Avete bisogno di informazioni dettagliate sui prodotti? Registratevi qui per accedere alle schede tecniche direttamente dalla pagina del prodotto.

Facebook-link Facebook  /  Instagram-link Instagram  /  Pinterest-link Pinterest  /  Twitter-bird-light-bgs @agapedesign
 /  De_club de club
 
ITA / ENG
 

 

Prodotti

  • Categorie
  • Anteprime
  • Cataloghi
  • Download
  • Referenze
  • Notizie

    Press

    l'Azienda

    Contatti

    Assistenza

     
     

    Portfolio — Verona

     
     

     
    Nazione: Italia
    Progettista: Architetti Associati Pasini Ágoston
    Tipologia: casa privata
     

    Era una bottega costituita da due spazi sovrapposti ma non comunicanti – la vetrina al piano terra e una cantina nell’interrato, con accessi diversi; oggi è un appartamento di 150 mq su due livelli con un cortile centrale. La trasformazione vissuta da questa abitazione – studio nel cuore del quartiere Filippini, ai margini del centro storico di Verona, è il risultato di un’operazione di archeologia residenziale, che ha sottratto i volumi di uno spazio commerciale a un destino di squalificazione a zona di servizio, e li ha convertiti in un ambiente ricco di personalità.

    Ne è nata una ristrutturazione che ha un carattere introverso, in cui la ricerca di luce naturale e la volontà di ottimizzare l’aria negli spazi interni vanno di pari passo con un lavoro accuratissimo sui rapporti tra i pieni e i vuoti e sulle differenze di livelli. Gli interventi di modifica alla soletta, tagliata, e alle quote dei pavimenti, il soffitto inclinato e l’inserimento di lucernari con vetro calpestabile contribuiscono a disegnare una luminosità diffusa e determinano la separazione tra gli spazi intimi della casa – più piccoli e nascosti – e quelli pubblici. Studiato anche l’uso dei colori, prevalentemente neutri, dei materiali e delle texture, con le pareti originarie che si alternano a quelle bianche, l’utilizzo del legno per i pavimenti della casa e del cemento per quelli dello studio, i dettagli in ferro e la sofisticata scelta degli arredi.

    Non ci sono clamori in questo trattamento, ma una ricerca molto scrupolosa che scopre ambienti informali e sereni, in cui traspaiono chiarezza ed essenzialità di linguaggio.

    In continuità con il resto dell’abitazione è lo stile della stanza da bagno, con la vasca Ottocento, dall’estetica lineare ma di sapore retrò, l’ampio lavabo con falda inclinata Evoluzione EVO-E2 – il programma disegnato da Benedini Associati che consente la realizzazione di composizioni integrate in un unico elemento ma con dimensioni diverse – che qui è in legno e dotato di rubinetteria Fez, il contenitore Roto e lo specchio Nudo di grande forza espressiva.


    photography: Cristina Lanaro – PHplus

     
     
     
     
    « torna al portfolio